Politica


Dove si legge che uno sgàrzolo con due bocciature e la passione per le corse all’autodromo di Monza all’attivo rischia di ereditare il piatto di ossi buchi elemosinato al padre.

Del resto chi, tra noi lombardi purosangue, omette di svagarsi automobilisticamente (ogni tanto eh!) con bolidi e vertiginose modelle brianzole con le menne finte?

Nella foto la direzione politica della Lega Nord per l’indipendenza della Padania.

Il timoniere futurista, Massimo D’Alema, rimbrotta il governo a proposito dell’operazione Alitalia: “Il costo di questa operazione viene scaricato sulla collettività!” pare abbia dichiarato. E come dargli torto?

Anche noi, da qui, tuoniamo che si accollino i debiti ai privati e che gli utili vadano allo stato italiano, che saprebbe bene come usarli per il nostro bene.

Che poi Alitalia sia una quasi fallita azienda dello stato, passi. Importa bensì apparire statisti di rango, di timone e anche di manganello. Proletario, però. Magari anche griffato.

Può esultare il REGIME MONDIALISTA DEMOCRATICO DELLE BANCHE alla notizia dei trasferimenti del gip dell’inchiesta sulle scalate bancarie Clementina Forleo (trasferimento d’ufficio per incompatibilità ambientale) e dell’ex leader serbo- bosniaco Radovan Karadzic in una galera belgradese.

Ma è grande l’orrore che suscita la giustizia somministrata dal vincitore al vinto, soprattutto quando si ammanta di pretese di legittimità, imparzialità ed oggettività che sono totalmente assenti nella prassi delle aule di giustizia competenti. Al confronto pare accettabile il brutale omicidio del Guevara da parte dell’esercito boliviano, quello sì, atto di guerra senza infingimenti morali.

In particolare si sottolinea qui la posizione dell’ex leader serbo-bosniaco Radovan Karadzic accusato di essere, tra l’altro, responsabile politico dei

a) SESSANTAMILA STUPRI di cui furono vittime donne, adolescenti e bambine, nei dintorni di Roma nella primavera del 1944;

b) BOMBARDAMENTI di Amburgo (28 luglio 1943) e di Dresda (13-15 febbraio 1945) che hanno causato rispettivamente 50.000 e 35.000 MORTI;

c) CAMPI DI STERMINIO in cui perirono di fame, sete e malattie tra il 1945 e il 1946 almeno ottocentomila soldati tedeschi, italiani e di altre nazioni.

Ben venga allora la costituzione del PARTITO NAZIONALE e SOCIALISTA, unico argine di libertà alla marea montante della tirannia democratica mondialista del governo delle banche.

I’m friends with the President, I’m friends with the Pope

we’re all making a fortune selling Daddy’s dope

Cento costituzionalisti non possono avere ragione. Si definiscano dunque fisime le vigenti deroghe al principio  dell’art. 3, comma 1 Cost., secondo il quale tutti i cittadini “sono eguali davanti alla legge”, in favore di titolari di cariche istituzionali, tutte previste da norme di rango costituzionale o fondate su precisi obblighi costituzionali, ma riguardanti sempre ed esclusivamente atti o fatti compiuti nell’esercizio delle proprie funzioni.

Nel cosiddetto lodo Alfano la titolarità della carica istituzionale viene assunta come pretesto per sospendere l’ordinario corso della giustizia con riferimento a reati “comuni”.

Si tratta di un tè per quattro insomma. Anzi di un tè per uno.

A minute seems like a lifetime
When I feel this way…I feel this way

Non riesco più a distinguere gli autori materiali del reato dal palo e dal basista, sarà l’età.

Ad ogni modo, da stasera, siamo certamente un pò più sicuri, liberi e belli.

debord.jpg

Perchè in Italia chi non fotte è fesso. Ma sì, sono sfinito dalla interminabile, presente campagna elettorale. Dai lamenti dei mantenuti di stato, occorre che si voti, dunque, affinché nulla cambi. Or bene mi sono deciso, mi affretterò. Consapevole che un italiano vale meno di un minatore rumeno. Ah che nostalgia per i tempi in cui avendo torto avevamo RAGIONE.  I tempi in cui facevamo paura.

Pagina successiva »