500px-dalema05072007.jpg
Entusiasmo e pubblico in delirio per lo spettacolo serale del possibile proprietario di barche, Onorevole Massimo D’Alema, intervistato questa sera da un insolitamente (sic) genuflesso Fabio Fazio. La coppia ha duettato da par suo, regalandoci un inebriante giro del mondo in quindici minuti e ardite riflessioni sulla laicità del Partito Democratico e sulla necessità delle riforme istituzionali, nell’interesse del paese si intende. Buon ultimo il pregiudicato Adriano Sofri ha posto il domandone finale che valeva al Ministro degli Esteri la vittoria della puntata: perché la politica non fa nulla per le sorti del mondo? Il piccolo timoniere ha chiarito che proprio per potersi occupare anche del mondo oltre che dell’Italia, la politica ha bisogno di guardare avanti, di contare cinque anni cinque eccetera eccetera. Non una parola, chiaramente, su qualcosa di sia pur minimo interesse per l’Italia.

Annunci