Mentre la Procura di Catanzaro fà CON SPIRITO DI SERVIZIO il suo dovere a tutela dello stato di diritto avocando l’inchiesta “Why Not” sul presunto uso illecito di finanziamenti pubblici di cui era titolare il pm Luigi De Magistris (pare che sia stata ravvisata una incompatibilità nel procedimento da parte di De Magistris proprio per il coinvolgimento del Guardasigilli), IL GOVERNO DI CENTRO SINISTRA nel consiglio dei ministri del 12 ottobre approva il disegno di legge (http://www.beppegrillo.it/immagini/DDL_editoria_030807.pdf ) Levi-Prodi a garanzia della LIBERA INFORMAZIONE che prevede che chiunque abbia un blog o un sito debba registrarlo al ROC, un registro dell’Autorità delle Comunicazioni, produrre dei certificati, pagare un bollo, anche se fa informazione senza fini di lucro. La legge Levi-Prodi obbliga chiunque abbia un sito o un blog a dotarsi di una società editrice e ad avere un giornalista iscritto all’albo come direttore responsabile.

E’ opportuno che ci si ricordi di tutta questa azione di difesa del diritto quando ci sarà l’opportunità di antrare in una cabina elettorale …pare evidente ormai che destra e sinistra si muovano secondo linee parallele che non coincidono più con gli interessi della nazione.


Annunci